Menù principale

Aluray, fatturato positivo per il 2016 (+ 28%), Sordo: «ottima ricaduta sul territorio».

Continua inarrestabile la crescita di Aluray, l’azienda di Ospedaletto specializzata nella lavorazione dell’alluminio per diversi settori.

Aluray Srl produce e commercializza: Parapetti in Alluminio, Ancoraggi per pannelli fotovoltaici, Fioriere di Design in Alluminio, Barre in alluminio tinta legno e ral per il fai da te e l’industria

Gianenrico Sordo, il titolare, è sempre più l’esempio di chi dalla crisi ha saputo individuare le poche cose positive per così ripartire a razzo senza esitazione.  A confermarlo è il fatturato, che nel 2016 è aumentato del 28%, e che è incominciato con l’acquisizione nel 2017 di importantissime commesse nel settore.

Ma la crescita dall’apertura dell’azienda è sempre con il segno più ed è stata proporzionale alla realizzazione di nuovi posti di lavoro e grandi indotti per gli artigiani.

Aluray oggi diventa una delle eccellenze trentine e della Valsugana grazie alla ventennale esperienza di Gianenrico Sordo che ha saputo cavalcare il boom del fotovoltaico nel 2010. Sordo, allora, si propone subito a tutti gli installatori per la vendita di profili in alluminio, ed è in quel momento che grazie alla sua caparbietà comincia a disegnare vari ancoraggi.

«Per ancorare i pannelli sui tetti si usano barre in alluminio, – spiega Sordo – ma mi sono accorto che c’era molta confusione. Spesso si adattavano prodotti poco idonei alle installazioni.. E se per le case private ci sono supporti standard, mancavano quelli per i grossi impianti fotovoltaici da posizionare sui capannoni».

Così disegna lui stesso “Aluhalter”, sistema di due supporti per la lamiera grecata, quella che si vede sui tetti di molte strutture industriali, modificando e migliorando i supporti esistenti. «In un anno e mezzo ho fatto un boom di vendite, tanto che nel giugno 2011 ho creato una ditta individuale, facendo realizzare i supporti da un terzista, una ditta di Rovereto» – aggiunge Sordo.

A fine 2011, in soli 6 mesi, fattura 200mila euro. Poi l’ulteriore svolta, quella più importante. Nel 2012 inventa il “Megafix”, un nuovo sistema di ancoraggio per i tetti piani.

Oggi Megafix è il leader del mercato italiano, ed è proprio l’enorme aumento del fatturato che impone all’imprenditore di cambiare radicalmente ragione sociale, nasce così ad Ospedaletto Aluray s.r.l.

Ma Gianenrico Sordo non si ferma e forte dell’esperienza maturata in 20 anni, nel progettare e vendere profili in alluminio come agente per la Pasturi SrL, azienda leader nell’estrusione di alluminio, comincia a disegnare e creare i primi parapetti in alluminio, la richiesta comincia ad essere pressante e così nel 2013 affitta un capannone a Calceranica e poi nel 2014 un altro capannone dove comincia la produzione di parapetti in proprio senza bisogno di terzisti.

«Oggi Aluray lavora con i suoi soldi, tutto quello che abbiamo è pagato, e lavoriamo solo con collaboratori fidelizzati e di forte esperienza, in definitiva sono circa 15 le famiglie che vivono grazie alla collaborazione con la mia azienda. È un’azienda in crescita, qualsiasi cosa che fa Aluray io cerco di  farla al meglio di tutti, perché solo così poi la posso insegnare bene, e per fare questo trascorro  i sabati e la domenica lavorando tra il capannone e lo show-room ».

L’aumento del fatturato è coinciso anche con una maggiore penetrazione sul mercato nazionale. Oggi i prodotti di Aluray vengono distribuiti oltre che in Trentino Alto Adige, anche in Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche ed Emilia Romagna. Suoi i materiali che sono serviti per i lavori di ristrutturazione realizzati all’università La Sapienza di Roma e al Coni.

L’azienda rimane comunque a stretto contatto con il mercato dei privati che possono chiedere informazioni o consulenze gratuite presso lo show-room sito  presso lo shop center di Pergine Valsugana dove è presente una campionatura di tutti i prodotti realizzati da Aluray.

La struttura dell’azienda è trascinata dall’ufficio commerciale, con al timone Ivano Valerio, responsabile tecnico commerciale, che ha il compito di gestire le commesse dei 6 venditori sparsi su tutto il territorio nazionale. Ma poi si avvale di altre due branchie che sono il vero cuore dell’azienda, cioè la produzione e il montaggio.

Gianenrico Sordo conferma anche per il 2017 la partecipazione a tutte le più importanti fiere del settore in Italia. «Nel 2017 potrebbero aprirsi anche nelle ottime opportunità per la creazione di nuovi posti di lavoro, con priorità a persone che vivono nella valle, ho un progetto molto ambizioso: creare a 360° un centro dell’alluminio per industria e privati»

Un’attività che comunque dalla sua nascita sta portando delle ricadute concrete in termini di benessere e qualità della vita, in una valle che purtroppo appare sempre più martoriata da licenziamenti e chiusure da parte di industrie ed azienda commerciali. Aluray, promuovendo  la commercializzazione del brand trentino in tutt’Italia, favorisce accordi, contratti e commesse che possono generare un’ulteriore ricaduta sul territorio, che viene quindi ulteriormente valorizzato.

Ma pare che Gianenrico Sordo non si fermi qui.

Infatti sono allo studio con altre realtà imprenditoriali alcuni progetti legati al sociale, all’arte e alla cultura. «Un’azienda ha l’obbligo morale ed etico di sostenere le attività sociali e culturali del proprio territorio, per far crescere tradizione e cultura e così la consapevolezza delle proprie radici» 






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE