Menù principale

#InstantLove, esiste l’affettività virtuale? – Mercoledì al MUSE ottavo incontro con il »Kit del Genitore»

Mercoledì 11 gennaio al MUSE – Museo delle scienze di Trento – si terrà l’ottavo incontro, e primo del 2017, del ciclo di 12 seminari denominati «il kit del Genitore». 

Curato dall’associazione Inventum, il progetto ha riscontrato un grande successo di pubblico, ed è dedicato all’adolescenza ed è finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento con Incarico speciale per le Politiche Giovanili.

“Esiste l’affettività virtuale?”

Parte da questo quesito una riflessione su come l’avvento delle nuove tecnologie e dei social network abbia modificato abitudini di vita e norme di comportamento in ambiti diversi della nostra quotidianità, ed in particolare, nella sfera relazionale familiare, amicale, lavorativa ed extra lavorativa.

Negli ultimi anni la trasformazione radicale dei costumi e delle abitudini sociali e relazionali ha cambiato il Tempo delle comunicazioni, il luogo delle interazioni ed il modo di dare voce ai rapporti intrecciati.

Il travalicare confini spazio-temporali ha apportato sostanziali modiche nel modo di costruire, mantenere e chiudere le relazioni tra identità virtuali che si incontrano.

Nella piattaforma si nutrono parti idealizzate di Sé e dell’Altro dinnanzi ad una platea che assiste facendo da cassa di risonanza a tutti i processi relazionali ed emotivi.

Quale effetto può avere ciò nella fase adolescenziale in cui i giovani sono alle prese con la costruzione della propria identità?

Quali sono i ruoli ed i compiti dell’adulto, ed in particolare del genitore, per non lasciare che ogni ragazzo, affascinato dal mondo virtuale, si perda nei meandri della rete? Come dare gli strumenti adeguati affinché ogni ragazzo possa proteggersi e beneficiare degli effetti della rete senza esserne impietosamente travolto?

Queste sono le domande a cui le relatrici della serata, le psicologhe psicoterapeute dott.ssa Martina Rinaldi e dott.ssa Laura Dondè di «Centro percorsi» risponderanno e che porranno al pubblico in sala.

Inventum presenterà in introduzione e a conclusione della serata due performance create ad hoc dalla Scuola di Danza Contemporanea L’Altro Movimento di Wally Holzhauser, le cui danzatrici racconteranno in danza la comunicazione viziata e la comunicazione virtuosa che i social possono veicolare – il tutto accompagnato da musiche originali sapientemente create da Carlo Casillo.

«Il Kit dei Genitori», promosso appunto da «Inventum» – Armonia al cuore della genitorialità» (Maria Paola Cordella, presidente; Isabella Chirico e Floriana Grieco), è sostenuto dalle Politiche Giovanili della PAT e gode del partenariato del Muse, di Docenti senza Frontiere e del portale Genitori e Dintorni.

Appuntamento quindi presso la sala conferenze del Muse con inizio alle 20.00 con accesso libero alla cittadinanza.

Nella foto il precedente incontro del Kit del Genitore (qui l’articolo)






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*