Menù principale

Aumentano due imposte sul turismo nell’area Madonna di Campiglio, Pinzolo e Rendena

La Seconda Commissione presieduta da Luca Giuliani, riunitasi al palazzo della Regione durante la sospensione dei lavori d’aula del Consiglio provinciale, ha dato parere favorevole a due delibere proposte dalla Giunta che prevedono l’incremento – nel territorio dell’Apt di Madonna di Campiglio, Pinzolo e Rendena e su richiesta della Comunità delle Giudicarie – da un lato dell’imposta di soggiorno a carico degli ospiti delle strutture ricettive, dall’altro dell’imposta dovuta dai soggetti che concedono in locazione alloggi per uso turistico.

Il via libera ai due provvedimenti è arrivato dai 4 consiglieri di maggioranza, mentre hanno votato contro Degasperi del M5s e Fasanelli del Gruppo misto. Astenuto Zanon di Progetto Trentino.

La prima delibera proposta dalla Giunta che su richiesta della Comunità delle Giudicarie entrerà in vigore “nei primi mesi del 2017“, stabilisce che l’imposta di soggiorno per ogni pernottamento a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive, passerà da 1,30 euro a 2 euro per gli alberghi a 5 stelle, da 1 euro a 1,50 euro per gli hotel a tre stelle, da 0,70 centesimi a 1 euro per gli hotel a due stelle, gli affittacamere, gli esercizi rurali, bed and break-fast, case e appartamenti per vacanze, ostelli per la gioventù, alberghi diffusi, case per ferie ad esclusione di quelle gestite direttamente dagli ospiti.

Lo stesso aumento dell’imposta interesserà i campeggi, i campeggi-villaggio, i campeggi-parco per vacanze, gli esercizi di agriturismo e i rifugi escursionistici.

La seconda deliberazione introduce dal 1° gennaio 2017 un incremento, chiesto ancora dalla Comunità delle Giudicarie, dell’imposta provinciale dovuta, invece, dai soggetti che concedono in locazione alloggi per uso turistico sempre nell’ambito territoriale di competenza dell’Apt di Madonna di Campigliio, Pinzolo e Rendena. L’imposta, dovuta per ciascun posto letto e per ciascun anno solare, passerà dai 25 euro fissati attualmente dal regolamento di esecuzione della legge provinciale 8 del 2002, a 50 euro.

 






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE