Menù principale

Le tristi reazioni dei paladini del SI – di Giovanna Giugni

Che tristezza leggere le reazioni dei paladini del Si sul  territorio provinciale davanti alla netta vittoria del NO!

Nessun accenno ai valori costituzionali che sarebbero stati difesi dalla riforma bocciata  – oggi invece  in balia di un pericoloso e bieco passato –  ma serie preoccupazioni per la delega sulla giustizia, per la concessione senza gara di A22, per le modalità di candidatura alla guida della prossima giunta.

Come sempre si è fatto, anche ora si cerca, al fine di ottenere deroghe, eccezioni e distinguo, un governo complice, più che amico.

Un governo disposto ad avallare scelte favorevoli alla casta locale e inutili per i cittadini.: con la concessione senza gara alla società che gestisce l’Autobrennero il costo dei pedaggi per gli utenti diminuirà? Con la delega sulla giustizia i reati saranno finalmente puniti in modo certo e rapido? No, in entrambi i casi.

Aumenteranno solo le possibilità, da parte dei partiti locali, di accumulare clientele e cercare di ampliare il consenso.

Se questi – e non la povertà incalzante e l’insicurezza in crescita – sono i problemi pressanti dell’Autonomia, ben venga chi la seppellirà o la ricondurrà alle sue vere e nobili origini.

Giovanna Giugni






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*