Menù principale

L’inter affonda al San Paolo: il Napoli lo batte 3 a 0

Bella ed importante vittoria per il Napoli che nell’anticipo della quindicesima giornata di Serie A batte nettamente l’Inter 3-0.

Sfida decisa già nei primi cinque minuti quando Zielinski prima e Hamsik poi hanno infilato la porta di Handanovic.

La reazione nerazzurra non ha prodotto effetti e a inizio ripresa Insigne ha fatto calare il sipario sul San Paolo con un mancino al volo che ha sorpreso la difesa di Pioli. Per l’Inter sesta sconfitta in campionato e  decima stagionale.

Per Pioli il lavoro da fare dal punto di vista tattico è parecchio, la squadra infatti è apparsa squilibrata in tutti i reparti e il passivo poteva anche essere maggiore.

Una vera contesa del resto non c’è praticamente stata visto l’inizio tambureggiante del Napoli, o quello shock dell’Inter a guardare l’altra faccia della stessa medaglia. Nemmeno cinque minuti e prima Zielinski poi Hamsik hanno infilato la porta di Handanovic, con estrema facilità. Il vantaggio del polacco però è una perla collettiva, frutto di un’azione veloce a massimo due tocchi che ha visto entrare nel vivo del gioco prima Hamsik, poi Callejon e Insigne, infine Zielinski per il diagonale vincente. Il tutto con la difesa dell’Inter in versione “Mannequin Challenge“, uno dei più riusciti degli ultimi tempi.

Giusto il tempo di rischierarsi in mezzo al campo ed è arrivato il raddoppio che ha evidenziato nuovamente le lacune di una fase difensiva praticamente assente per i nerazzurri con Hamsik lanciato in profondità bravo a superare Handanovic in diagonale.

Qualche buon intervento l’ha dovuto compiere anche Reina su Icardi, ma con occasioni meno costruite a tavolino rispetto a quelle azzurre. Il sipario sul San Paolo è poi calato a inizio ripresa quando l’Inter avrebbe dovuto alzare il ritmo con l’ingresso di Eder ma si è fatta sorprendere sulla sponda da corner di Albiol per Insigne che, da solo in mezzo all’area, ha girato il mancino in porta. Avanti di tre gol i ragazzi di Sarri si sono messi al controllo della situazione, sfiorando il poker in un paio di occasioni con Hamsik e Gabbiadini, ma senza mai strafare e contenendo qualche folata di orgoglio dei nerazzurri. Candreva esalta i riflessi di Reina,






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*