Menù principale

Grande successo per «L’Orlando, così Furioso!» interpretato dalla Scuola Musicale delle Giudicarie

Grande successo di pubblico e di riuscita per lo spettacolo di teatro musicale “L’Orlando, così Furioso!”, portato in scena lo scorso 12 novembre dalla Scuola Musicale delle Giudicarie presso il gremito Paladolomiti di Pinzolo.

Gli allievi della Scuola Musicale delle Giudicarie sono stati protagonisti dello spettacolo di teatro musicale “L’Orlando, così Furioso!”, liberamente ispirato al poema di Ludovico Ariosto, che quest’anno festeggia la ricorrenza del 500° anniversario della prima edizione.

Centoventi allievi dei corsi strumentali, di formazione/cultura e corali, e una dozzina di insegnanti della SMG sono stati protagonisti dell’originale spettacolo di teatro musicale che ha visto il Paladolomiti di Pinzolo riempirsi sino a lasciare in piedi diversi ospiti, accorsi allo spettacolo.

Presenti allo spettacolo in oggetto i famigliari, gli amici, ma anche i rappresentanti istituzionali locali e l’intera cittadinanza. Un vero successo di pubblico.

Ma il successo è stato soprattutto nella riuscita dello spettacolo, che ha coinvolto in modo appassionato gli alunni, i docenti e la platea.

La pièce di teatro musicale L’Orlando, così Furioso!ha rappresenta l’ultima tappa dell’innovativo ed interessante Progetto di SMG, denominato “Sulle Ali di Ippogrifo”, che ha visto coinvolti lo scorso 14 maggio e 4 giugno 2016 i giovani allievi strumentisti della Scuola Musicale delle Giudicarie, in uno spettacolo musicale itinerante “Music Bus sulle Ali di Ippogrifo”, nelle piazze di alcuni paesi delle Valli Giudicarie, per approdare lo scorso 12 novembre in un vero e proprio Teatro, il Paladolomiti di Pinzolo.

 LA TRAMA

Nel bel mezzo della Nebulosa dove Astolfo, Orlando, Bradamante e la magica nonna Logistilla stanno trascorrendo assopiti la notte dei tempi, la materia incomincia improvvisamente a solidificarsi. 

Mentre Astolfo si diverte giocando subito con la novità, la previdente Logistilla si affretta a raccogliere quel che rimane delle magiche particelle originarie, ma nello scompiglio provocato dalle prime molecole e soprattutto dall’arrivo della bella Angelica, perde l’ampolla con il prezioso contenuto e precipita, insieme ai compagni di avventura, attraverso il tempo e lo spazio.

Raggiunta la Terra, nel bel mezzo delle contese medievali, non sarà così possibile per la maga, risolvere sul nascere le controversie causate da desideri e illusioni che muovono dame e cavalieri verso mete irraggiungibili.

I personaggi, rivali in amore e in battaglia, si avvicendano quindi in un’inconcludente rincorsa dove a portare tregua sono solo la musica e la fugace consapevolezza di far parte di un grande poema.

Ruggero cerca l’amata Bradamante, valorosa cavaliera della compagine avversaria, mentre Il mago Atlante cerca Ruggero per impedirgli di incontrarla scongiurando così un’infausta profezia.

Orlando cerca l’amata Angelica e lei cerca una via di fuga dai suoi numerosi corteggiatori.

I cavalieri Gradasso e Rinaldo cercano la conquista e la vittoria, mentre il soldato semplice Medoro cerca di sopravvivere alla battaglia.

Astolfo cerca di liberarsi dall’incantesimo che l’ha trasformato in un arbusto e Agramante cerca l’invincibile spada Durlindana, mentre Ippogrifo, il mitico cavallo alato di Atlante, cerca di dare invece un passaggio a chiunque ne abbia bisogno per colmare la distanza tra realtà e i luoghi della fantasia.

Sarà la pazzia di Orlando, sopraggiunta nel constatare che Angelica sposerà Medoro e non lui, a rompere ogni indugio in Logistilla e a convincere lei e Bradamante della necessità di recuperare finalmente l’ampolla perduta di senno primordiale, in modo da rimpiazzare quello di Orlando.

Con l’aiuto di Astolfo, l’unico cavaliere dotato di un po’ di senso pratico, la maga si avvierà nello spazio e sarà proprio sulla Luna che ritroverà in modo fortunoso la preziosa ampolla, ma il contenuto piacerà infine ad Orlando? ”

> I PROTAGONISTI

La drammaturgia è curata dall’insegnante di coro Florence Marty e dal Laboratorio di Teatro Musicale diretto dall’insegnante di clarinetto Gabriella Ferrari.

La Scenografia è di Giorgio Spiller, le Luci curate dal Laboratorio Tecnico di SMG coordinato da Giorgio Perini, le musiche di Hoste da Reggio, Josquin Des Prez, Giorgio Mainerio, George Frideric Haendel, Antonio Vivaldi, Anouk, Caviziel, Imagine Dragons, Vangelis, The Verve, Cherubini, eseguite da Coro e Orchestra SMG diretti da Oscar Grassi insegnante di violino e direzione orchestra.

Preparazione Coro a cura di Florence Marty, Barbara Dalla Valle insegnante di chitarrra e coro, e dal Laboratorio Musica Leggera SMG diretto da Giorgio Perini insegnante di percussioni.

Le Coreografie sono di Vanessa Corradi e Vanessa Bertoletti insegnanti di danza, ed interpretate dai Laboratori di Danza di SMG. I Testi e la Regia di Gabriella Ferrari.

Il Progetto è realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e di Smag – Scuola Musicale Alto Garda; partner di iniziativa di Scuola Musicale Giudicarie il Consorzio B.I.M. della Valle del Chiese e del Sarca, Mincio, Garda ed il Comune di Pinzolo.






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE