Menù principale

Competenze PAT, la vittoria dei cacciatori – di Ferdinando Antonio Giua

Ieri, su alcuni quotidiani locali, in prima pagina, viene riportata la notizia della decisione del Consiglio dei Ministri che attribuisce la competenza in materia di caccia alle provincie di Trento e Bolzano.

Che le provincie di Trento e Bolzano siano autonome anche nelle decisioni in materia di caccia nulla da dire ma, leggendo gli articoli, sembra più una vittoria dei cacciatori che una reale competenza in materia di caccia.

Tanti di noi sono andati o vanno a passeggiare nei boschi , lungo i fiumi o laghi e purtroppo la tristezza nel non vedere o sentire un animale o uccello che “ dovrebbe” essere di casa nei nostri territori è ormai la consuetudine.

Quanti dei nostri figli hanno mai visto un capriolo, un cervo, un gallo cedrone, una lepre, un picchio, una ghiandaia ecc. ecc. i nostri boschi sono già abbastanza poveri e vuoti di specie animali e non credo che la caccia aiuti a ripopolarli. La natura ha i suoi equilibri e l’ intervento dell’uomo serve solo a scombinarli. Esistono già in natura prede e predatori, un predatore in più come l’ uomo, armato di fucile, è un elemento di forte alterazione.

Possiamo ancora raccontare ai nostri figli le storielle di come si ammazzano gli abitanti della natura per preservarne l’ equilibrio e la specie? Io preferisco insegnargli ad amarli e rispettarli e invece che comprare un fucile, comprare un binocolo per seguirli nel loro  ambiente nella loro magnifica libertà. La natura non ha bisogno delle leggi dell’uomo ha già le sue e rispettarle è un nostro dovere.

Ferdinando Antonio Giua






Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*