Menù principale

Anche gli angeli mangiano fagioli

Prendo spunto dal titolo di un famosissimo film per presentare un articolo che quest’anno non poteva mancare.

Il 2016 è stato l’anno dei legumi, ingredienti che a mio parere non sono molto  apprezzati e adeguatamente valorizzati.

Molti associano i legumi alla cucina vegetariana e vegana perché è noto che sono paragonabili alla carne a livello nutritivo; altri si limitano a cucinare le lenticchie a capodanno, perché portano fortuna, oppure ad utilizzarli solo l’inverno nella preparazione delle minestre.

Sono tantissime invece le ricette che si possono realizzare con i legumi; abbinati ai cereali ad esempio costituiscono un pasto completo…. e con le gocce di cioccolato possono diventare dei biscotti divini.

Per tutte le ricette proposte ho usato legumi precotti, se decidete di usare quelli secchi ricordatevi di metterli in ammollo prima della cottura.

imgp3249Insalata di orzo e ceci con quartirolo
200 gr ceci lessi
200 gr quartirolo
250 gr pomodorini
150 gr orzo
2 zucchine
1 cipolla rossa

Tagliare i pomodorini in orizzontale, disporli sulla teglia del forno con la parte tagliata rivolta verso l’alto, irrorare con un filo di olio, condire con sale e pepe, infornare a 150 gr per 30 minuti circa, finché non sono teneri.
Cuocere l’orzo in abbondante acqua salata fino a cottura ultimata.
Pulire le zucchine, spuntarle e tagliarle a dadini, scaldare due cucchiai di olio in una padella, rosolare la cipolla affettata; aggiungere le zucchine quindi cuocere finché le verdure saranno croccanti. Aggiungere i ceci, i pomodori ormai cotti e per ultimo il quartirolo sbriciolato.
Si può servire caldo o freddo

imgp3251Frittelle di piselli e quinoa
Ingredienti per 4 persone
65 gr di quinoa + 160 ml di acqua per la cottura
120 gr di piselli surgelati
50 gr di farina di riso
1 cucchiaio di olio evo
prezzemolo
sale e pepe
olio per friggere

Far bollire la quinoa in un pentolino per 10/15 minuti; in un altro pentolino cuocere i piselli per 5 minuti circa; quando entrambi sono cotti farli raffreddare poi passarli in un robot da cucina e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo (frullare ad intermittenza per evitare di ottenere una purea oppure usare uno schiacciapatate manuale).

Aggiungere il prezzemolo, regolare di sale e amalgamare con le mani; formare della palline con le mani inumidite e passarle nella farina di riso quindi tuffarle nell’olio bollente e cuocerle finché non saranno dorate su entrambi i lati. Scolare le frittelle su un foglio di carta assorbente e servire calde (sono buone anche fredde).

imgp3258Cotolette di borlotti e melanzane
Ingredienti per 4
250 gr di borlotti in scatola
2 cucchiaio di grana grattugiato
200 gr di melanzana
100 gr pangrattato

Scolare i fagioli, sciacquarli sotto l’acqua; tagliare la melanzana a cubetti e cuocerla in padella con un filo d’olio finché non sarà morbida.

Passare le melanzane e i borlotti in un robot da cucina assieme a tutti gli altri ingredienti, frullare finché non si ottiene un composto compatto e lavorabile (se è troppo morbido aggiungere un po’ di pangrattato). Formare dei medaglioni con le mani inumidite, passarli nel pangrattato e cuocere in padella pochi minuti per lato.
Servire caldi accompagnati dalle verdure preferite

imgp3252Biscotti di cannellini e gocce di cioccolato
Ingredienti per 15 biscotti circa
100 gr cannellini cotti
100 gr burro di cacao
60 gr di zucchero di canna
2-3 cucchiai di farina
mezza bustina di lievito
100 gr gocce di cioccolato

In un robot da cucina frullare i cannellini assieme allo zucchero e il lievito; in un pentolino sciogliere il burro di cacao quindi unirlo all’impasto e mescolare assieme a 2-3 cucchiai di farina (anche di più se l’impasto è troppo morbido).

Aggiungere le gocce di cioccolato e mescolare; con le mani inumidite formare delle palline ed appiattirle con le mani, posarle su un foglio di carta forno e cuocere il forno a 180 gradi per 20-25 minuti.

Farli raffreddare completamente prima di staccarli dalla teglia; successivamente si conservano in una contenitore ermetico per diversi giorni.



« (Notizia precedente)



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*