Menù principale

Ferramenta Fedrizzi: superare la crisi attraverso il rapporto umano

Cosa fa la differenza in un momento in cui tutto il mondo dell'informazione ci ricorda, in un modo o nell'altro, che la crisi economica non molla la presa?

E' facendosi questa domanda, che cerchiamo giorno dopo giorno, degli esempi di eccellenza, delle storie personali, prima che aziendali, di imprenditori e commercianti che affrontano questo periodo a testa alta e con la determinazione di andare oltre il disfattismo e di quel senso di inevitabilità che permea la quotidianità di una crisi raccontata in ogni sua declinazione, senza però mai cercare quello che di buono c'è ancora.

Non serve fare molta strada per trovare persone di questo tipo, oggi siamo a Ponte Arche, per visitare un'azienda familiare da quasi novant'anni sul mercato: la Ferramenta Fedrizzi.

Ci siamo soffermati a parlare con Paolo Fedrizzi, che ora la gestisce insieme al figlio ed è un piacere riportarvi questa chiacchierata.

Novant'anni sono molti per un'attività, questo periodo di "crisi" come l'avete vissuto?

«Non ti nascondo che ci sono stati momenti difficili, certo abbiamo dovuto ridimensionare il personale, seguire con più attenzione gli sviluppi delmercato, non smettere mai di mettere tutto l'impegno possibile, ma la nostra fortuna, e forse il nostro pregio, è la diversificazione: non siamo specializzati solo in un prodotto o un settore, quindi questo ci aiuta a compensare di volta in volta i settori più deboli in quel momento».

Entrando nel vostro negozio mi vengono in mente i ricordi di quand'ero un ragazzino, quando andavo dal ferramenta con mio padre a comprare quello che gli serviva per i piccoli lavori di casa, qui sembra che l'era "digitale" non abbia fatto breccia, è proprio così?

«Non è del tutto vero. Certo il negozio, soprattutto la parte ferramenta, è rimasto apparentemente quel tipo di ambiente che conosciamo tutti molto bene, ma l'era digitale è arrivata anche qui, abbiamo un sito internet aggiornato sui nostri servizi e prodotti, solo che vogliamo mantenere il lavoro il più possibile incentrato sulle persone, piuttosto che sugli ordini virtuali: ci piace il rapporto umano con i clienti e questo ci premia ogni giorno. Inoltre promuoviamo i nostri prodotti, le nostre offerte e gli eventi che organizziamo in azienda tramite facebook».

Quindi non avete un negozio on line o cose simili, come sembra andare di moda ultimamente?

«Non proprio, il software che utilizziamo per la gestione del negozio avrebbe la possibilità di creare e mantenere attivo un servizio di e-commerce per vendere on line, ma noi lo utilizziamo solo per la gestione delle liste nozze, apprezzato dalle giovani coppie che hanno parenti e amici lontani, ma è sostanzialmente l'unico modo di vendita non diretta in negozio che usiamo».

I racconti di come il loro lavoro è cambiato negli anni continua, tra un cliente e l'altro che passa anche solo per salutare, un sorriso, una stretta di mano e siamo sempre più convinti che sia nel rapporto umano il segreto dei Fedrizzi, nel sorriso e simpatia di Paolo e di suo figlio, che dopo gli studi ha voluto entrare nell'azienda di famiglia.

Non stupisce quindi che, pur avendo il loro sito internet, non siano attratti dalla chimera della "vendita facile on line", quel rapporto freddo, o meglio quella mancanza di rapporto, che internet impone, il cliente entra nel sito, fa l'ordine paga e fine, indubbiamente comodo, ma privo di quel confronto personale che ti aiuta a trovare la soluzione migliore, di avere quell'assistenza e quel supporto, che solo un negozio "reale" ti può dare.

Ma anche le sinergie diventano decisive in un momento dove il mercato richiede efficienza, velocità e aggiornamento continuo. In tal senso continua il sodalizio con Natam s.r.l. la più importante azienda trentina che opera nel settore vendita e assistaenza dimacchine per la pulizia industriale, attrezzature meccaniche, idropulitrici eprodotti chimici.

Ci stiamo congedando da Paolo e una signora già lo sta carpendo, aspettava pazientemente di chiedere un consiglio, lo abbiamo rubato anche per troppo tempo ai suoi clienti, al suo lavoro e alla sua azienda che più che un'azienda è una famiglia, lanciata verso il notevole traguardo di cento anni di attività.

Altri articoli della rubrica «quelli che… hanno battuto la crisi»

Aluray s.r.l: «Superare la crisi grazie al Made in Italy»

Natam s.r.l, l'azienda trentina che ha battuto la crisi.

Ferramenta Fedrizzi: superare la crisi attraverso il rapporto umano



« (Notizia precedente)



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*

CHIUDI
CLOSE